orientamento sessuale e identità di genere

Democrazia e diritti negati

Se per cittadinanza democratica s’intende la possibilità di costruire un clima di dialogo e di legalità come valori trasversali oltre che come diritti inalienabili da garantire alla persona e non solo al cittadino, questo concetto sembra si sia appannato nel recente passato e vada svanendo nel presente.

Il rischio maggiore è che quelli che dovrebbero essere valori  trasversali di accoglienza e rispetto diventino appannaggio di uno o più club esclusivi di volonterosi che via via difendono, spesso malauguratamente in conflitto tra loro, le cause di migranti, LGBT, minoranze etniche e via dicendo.

Osservazioni psicoanalitiche a proposito di un recente contributo

del Papa Emerito sugli abusi sessuali nella Chiesa.

                Tra il 21 e il 24 febbraio u.s. i presidenti di tutte le conferenze episcopali del mondo si sono riuniti, su impulso di Papa Francesco, “per riflettere insieme sulla crisi della fede e della Chiesa avvertita in tutto il mondo a seguito della diffusione delle sconvolgenti notizie di abusi commessi da chierici su minori”. A questa riunione Benedetto XVI – sue sono le parole riportate poco sopra – ha dato un contributo mediante un lavoro scritto, concepito per essere poi pubblicato su Klerusblatt, un periodico bavarese destinato soprattutto a sacerdoti.

Cos'è un pensiero?

Nicoletta Buonapace 

Il gender dell'Avvenire

Cos'è un pensiero?

Di quale sostanza

respiro suono

lampo o stordimento

La riflessione di un'apparente blanda apertura del giornale cattolico "Avvenire" si arresta come sull'orlo di un baratro, ma lo spavento o il turbamento andrebbero interrogati piuttosto che rimossi e considerati come un paradosso ideologico. Il pensiero critico sulla costruzione sociale del genere infatti mette al centro le vite e non è identificabile con un concetto astratto e nello stesso tempo estremamente riduttivo come la differenza xy/xx.

Intervista a Sumaya Abdel Qader

Ho rivolto queste domande a tredici donne a Dubai, di età e provenienze culturali diverse, arabe, indiane, europee, tutte donne che vivevano e lavoravano negli Emirati, e ognuna di loro esprime una sua idea sul velo partendo dalla sua esperienza diretta. 

Partiamo oggi invece da una sintesi del colloquio che ho avuto a Milano con Sumaya Abdel Qader, fondatrice dell’associazione dei Giovani Musulmani d’Italia (GMI), che nel 2016 è stata eletta nel Comune di Milano come indipendente nelle liste del PD e collabora con università e scuole su tematiche interculturali legate a Islam, musulmani europei, immigrazione, nuovi italiani.

a cura di Nina Losi 

CERCA

OSSERVATORIO CATTOLICO

Uno spazio di confronto

aperto al pensiero

psicologico

artistico

filosofico

politico

COLLABORIAMO

psicoterapeute 

e altri soggetti della cultura,

per una riflessione critica

tra questioni di genere, lgbt e nuove soggettività

  • Facebook Social Icon
csv_milano.gif
  • Facebook Social Icon
23795020_1507312142649659_87767609952525

A questo numero

hanno collaborato

Ivano Lanzini
Nina Losi
Elisabetta Pasini