>>SCRITTI DI-VERSI 

a cura di Nicoletta Buonapace

Scritti improvvisi, schegge, frammenti sottratti al silenzio o al rumore di fondo del chiacchiericcio quotidiano

4/2015

La poesia è il modo con cui contribuiamo a dar nome

a ciò che non ha nome, così che possa essere pensato.

                                                              Audre Lorde

Cosa accade quando la lingua, che ci tramanda il mondo come ci hanno insegnato a interpretarlo, entra in conflitto con la nostra esperienza, i nostri sentimenti? Gli amori, le emozioni, i pensieri, i corpi non previsti da una cultura storicamente normata, conforme a generi biologicamente dati e ai ruoli ad essi assegnati, chiedono la parola.  Poesia come voce di una narrazione altra.

Musicisti, provocatori, ribelli, a volte visionari, che nelle loro stesse vite, amori, esibizioni hanno scompaginato gli stereotipi legati alla sessualità.  

Protagonisti che dall’esplosione hippie daranno il via a una stagione che rivendica l’unità del corpo con i sentimenti, la vita, i sogni, i pensieri.

Il bisogno di liberare la sessualità dal controllo sociale contagia, dagli Stati Uniti, i movimenti studentesco, femminista, lesbico e gay di tutta Europa.

] traduzione dei testi  delle canzoni di Nicoletta Buonapace

David Bowie
The Wild Eyed Boy from Freecloud        Il ragazzo dagli occhi selvaggi di Nuvola Libera

Solemn faced

The village settles down

Undetected by the stars

And the hangman plays the mandolin before he goes to sleep

And the last thing on his mind

Is the Wild Eyed Boy imprisoned

'Neath the covered wooden shaft

Folds the rope

Into its bag

Blows his pipe of smolders

Blankets smoke into the room

And the day will end for some

As the night begins for one

 

 

Staring through the message in his eyes

Lies a solitary son

From the mountain called Freecloud

Where the eagle dare not fly

And the patience in his sigh

Gives no indication

For the townsmen to decide

So the village Dreadful yawns

Pronouncing gross diversion

As the label for the dog

Oh "It's the madness in his eyes"

As he breaks the night to cry:

 

"It's really Me

Really You

And really Me

It's so hard for us to really be

Really You

And really Me

You'll lose me though I'm always

really free"

 

And the mountain moved its eyes

To the world of realize

Where the snow had saved a place

For the Wild Eyed Boy

from Freecloud

 

And the village Dreadful cried

As the rope began to rise

For the smile stayed on the face

Of the Wild Eyed Boy

from Freecloud

And the women once proud

Clutched the heart of the crowd

As the boulders smashed down from the mountain's hand

 

And the Magic in the stare

Of the Wild Eyed Boy said

"Stop, Freecloud

They won't think to cut me down"

But the cottages fell

Like a playing card hell

And the tears on the face

Of the Wise Boy

Came tumbling down

To the rumbling ground

And the missionary mystic of peace/love

Stumbled to cry among the clouds

Kicking back the pebbles

From the Freecloud mountain Track

Si corica il villaggio

dal volto solenne

insignificante alle stelle

e il boia suona il mandolino prima

di andare a dormire

e l'ultima cosa che ha in mente

è il Ragazzo dagli Occhi Selvaggi imprigionato

sotto la forca

Arrotola la corda

nel suo sacco

soffia via la cenere dalla pipa

banchi di fumo nella stanza

e come il giorno finisce per qualcuno

per un altro inizia la notte

 

 

Un figlio solitario giace

fissando negli occhi il messaggio

viene dalla montagna chiamata Nuvola Libera

dove l'aquila non osa

volare

E la mitezza del suo sospiro

non dà indicazioni

agli abitanti per

decidersi

così il villaggio Orrido sbadiglia

snocciolando storielle volgari

tipo targhetta per il cane

Oh "Ha la pazzia negli occhi"

quando squarcia la notte per gridare:

 

"Sono proprio Io

Siete proprio Voi

E proprio Io

E' così difficile per tutti noi essere realmente

Proprio Voi

E proprio Io.

Voi mi perderete comunque

  sono libero davvero

per sempre"

  

E la montagna rivolse gli occhi

al mondo dell'unità

dove la neve aveva serbato un posto

per il Ragazzo dagli Occhi Selvaggi

di Nuvola Libera

 

Il villaggio Orrido gridò

al salire della corda

perché restava il sorriso sul viso

del Ragazzo dagli Occhi Selvaggi

di Nuvola Libera

e le donne una volta superbe

attanagliavano il cuore della folla

quando la mano della montagna scagliò macigni

 

E la Magia nello sguardo

Del Ragazzo dagli Occhi Selvaggi disse:

"Fermati, Nuvola Libera,

non sanno quello che fanno"

ma le case crollarono

come un inferno di carte da gioco

e le lacrime sul viso

del Ragazzo Saggio

scivolarono tremanti

sulla terra tonante

e il mistico apostolo di pace e amore

inciampò piangendo tra le nuvole

dando calci ai sassi

sul sentiero

di Nuvola Libera

Patti Smith
Marianne Faithfull

There is a sweetness
in your little girl mouth
and the pearls you hold
in the palm of your hand
everytime you extend that hand
you break down you fantasize
you are circumsized
agonized
scourged
crowned
crucified
pierced four times
your sacred heart bleeds
drips and drips down
women weep at your feet
twelve men turn you
twelve men desire you
(ammonia clouds your armpits)
a starfish quivers in your belly
and the arrows shake out
shake out shake out
and the muscles in your heart ache
a fish slaps back your face
you roll you roll over
in the sanctuary yards
in a coarse black dress
bless your hot virgin mouth
you would be Judas
and Christ himself
you would be Mary Magdalene
the only woman
who made our savior weep
yet you would pull mandrax in
like the sacred wafer
leave me for eternal sleep
But no. I wont let you go.
I wont let you go.no.
wont let the honey drain
from your sweet sweet box
wont let the crowds blush and gasp
while you carry your cross
wont let the flower girls* fan you
hind a big black hearse
wont let the pearls
crumble crumble
from your little girl mouth

 

*flower girls - bambine che spargono petali di fiori in occasione dei matrimoni

C’è una gran dolcezza

nella tua bocca da ragazzina

e tieni perle nel palmo della mano

ogni volta che apri quella mano

vai a pezzi vaneggi

vieni circoncisa

straziata

flagellata

incoronata

crocifissa

quattro volte bucata

il tuo cuore sacro sanguina

goccia a goccia

donne piangono ai tuoi piedi

dodici uomini ti circondano

dodici uomini ti desiderano

(nuvole d’acido le tue ascelle)

una stella marina ti trema nella pancia

le punte sussultano

vibrano sussultano

e fanno male i muscoli del cuore

un pesce sbatte la tua faccia

ti stravolgi

nei cortili del tempio

dentro un volgare vestito nero

sia benedetta la tua calda bocca di vergine

vorresti essere Giuda

e Cristo stesso

vorresti essere Maria Maddalena

la sola donna

che ha fatto piangere nostro signore

eppure ti faresti di mandrax

come dell’ostia

mi lasceresti per il sonno eterno

Ma no. Non voglio lasciarti andare.

Non ti lascerò andare. no.

Non voglio si prosciughi il miele

dal tuo dolcissimo favo

non lascerò le folle commuoversi e singhiozzare

mentre porti la tua croce

non lascerò che le bambine dei fiori

ti celebrino

al culo di un grosso feretro nero

non lascerò che le perle

finiscano frantumate

dalla tua bocca da ragazzina

David Bowie
Lady Stardust

People stared at the makeup on his face

Laughed at his long black hair, his animal grace

 

The boy in the bright blue jeans

Jumped up on the stage

And Lady Sturdust sang his songs

Of darkness and disgrace

 

And he was alright, the band was altoghether

Yes he was alright, the song went on forever

And he was awful nice

Really quite out of sight

(second time: really quite paradise)

And he sang all night long

 

Femme fatales emerged from shadows

To watch this creature fair

Boys stood upon their chairs

To make their point of view

I smiled sadly for a love I could not obey

 

 

Lady Sturdust sang his songs

Of darkness and dismay

 

Oh how I sighed

When they asked if I knew his name

 

Get some pussy now!

La gente fissava il trucco sulla sua faccia

rideva dei suoi lunghi capelli neri,

della sua grazia animale

Il ragazzo nei suoi jeans scintillanti

saltava sul palco

E Lady Sturdust cantava le sue canzoni

di tenebra e scandalo

E stava così bene, la band era affiatata                             

sì stava bene, la canzone andava avanti all’infinito                           

e lui era bello da impazzire

scandaloso oltre ogni limite

(al ritornello): un vero paradiso

E cantò per tutta la notte

Femme fatale emersa dalle ombre

per guardare questa bella creatura

i ragazzi si alzavano in piedi sulle sedie

per vederla

io sorridevo triste per un amore al quale non potevo ubbidire                             

Lady Sturdust cantava le sue canzoni

di tenebra e sgomento

 

Oh come sospirai

quando mi chiesero 

se sapevo il suo nome

 

Procurati ora un po’ di figa!

Janis Joplin
Little Girl Blue

Sit there, hmm, count your fingers
What else, what else can you do?
And I know how alone you feel
I know you feel that you're through

But go on sit right back down
Go on and count, count your fingers
My unhappy, my unlucky
Oh, my little, little girl blue

 


Sit there, go on and count those raindrops
And I know they're falling around, all around you
And all you ever had to count on
You gonna wanna lean on

And all you're ever gonna need
Dear, I wanna tell you right now
It's gonna feel just like those raindrops do
When they're fallin' down, honey, all
Honey, all around you, all around
Honey, all around you, yeah

 

Sit there, go on, go on and 

count

your fingers
I don't know what else, what else have you got to do
Honey and I know how you feel
And I know you feel that you're through

Honey, sit right back down
I want you to count, count your fingers
'Cause you're my unhappy, you're my unlucky
You're my little, little girl blue

Honey, I know you are lonely
Ooh, honey, I know how you feel
Honey, I know how you feel, it's over
Honey, I know just how you feel

I said, "I swear I do"
Honey, I swear, honey, now, now, now now
Now, now, now now
Lord, now, now, now, now, now, now, now

Just, honey, just, just how you feel

Siediti lì, conta le tue dita 
che altro,

che altro puoi fare?
 

So quanto ti senti

sola

so che stai

passando

Ma vai avanti rimettiti giù seduta
vai avanti e conta, conta le dita
mia infelice, sfortunata,
oh, mia piccola, piccola ragazza malinconica

Siediti lì, vai avanti e conta queste gocce di pioggia
so che cadono intorno, tutt’intorno a te
e tutto ciò su cui potevi contare
è tutto ciò su cui vorrai contare
E tutto quello di cui avrai mai bisogno
tesoro, voglio dirtelo proprio adesso
lo sentirai semplicemente come queste gocce di pioggia
quando vengono giù, tesoro,
tutt’intorno a te, tutt’intorno
tutt’ intorno a te, sì

Siediti lì, vai, vai avanti e conta l

le tue dita dita
non so cos'altro, cos'altro dovresti fare

dolcezza so come

ti senti
E so che cosa

stai passando
 

Dolcezza, rimettiti seduta,

voglio che conti, conti

le tue dita
perché sei la mia infelice, sfortunata l
a mia piccola malinconica ragazza

 

Lo so che sei sola
dolcezza, so
so come ti senti
so perfettamente come ti senti
Giuro che so come

ti senti

 

Ho detto"giuro" 

giuro,tesoro

ora,ora, ora 

ora, ora, ora, ora
oh Signore, ora …

ora..

So perfettamente come ti senti

Mick Jagger
Angel In My Heart

Play upon your heart strings to me
I will sing a strange melody
Dance with me a magic ballet
Stay with me 'til night turns to day
Let me in your dreams

Angel in my heart
Angel in my heart

 

By a pool of darkening dreams
Love is slowly twisting downstream
Underneath the tortuos trees
Out into the sad, silent seas
Lock me in your arms

Angel in my heart
Angel in my heart

 

How can I feel, how can I feel love when you're gone
How much sin, how much can true forgiving cost
I'm in your skin, I want to win back what I've lost

How can I feel, how can I feel love when you're gone
I'm in your skin, I want to win back what I've lost

I can feel the salt on my skin
I can hear the birds on the wing
I can smell the wood on the fire
I can see the smoke of desire
Let me in your dreams

Angel in my heart
Angel in my heart

Accorda le corde del tuo cuore per me

canterò una strana melodia

balla con me un magico balletto

resta con me finché la notte volga al giorno

fammi entrare nei tuoi sogni

Angelo del mio cuore

 

Accanto a una pozza di sogni oscuri

l’amore lentamente si aggroviglia

sotto alberi tortuosi

fino ai mari tristi, silenziosi

rinchiudimi tra le tue braccia

Angelo del mio cuore

 

Come posso sentire, come posso sentire l’amore quando

non ci sei

quanti peccati, quanto può davvero costare perdonare

ti sono nella pelle, voglio riconquistare ciò che ho perduto

 

Posso sentire il sale sulla mia pelle

posso udire gli uccellini in volo

annusare il legno sul fuoco

guardare il fumo del desiderio

lasciami entrare nei tuoi sogni

Angelo del mio cuore

 

Neal Cassady (1926-1968)

Lettera ad Allen Ginsberg

Denver, Colorado, 10 aprile 1947

 

…non mi interessa quello che pensi, è quello che voglio. Se riesci a capire, e se riesci a vedere come sei stato il mio pastore in tutta la grande città per 9 mesi, allora, forse, andrai in Europa con me la prossima estate, va bene, grandioso e meraviglioso, proprio quello che voglio e sennò, beh, perché no? Veramente, cavolo, perché no? Pensi che io non ti merito? Pensi che non mi adatterei? Presumi che ti tratterei male o anche peggio? Senti che non sono abbastanza brillante? Sai che sarei aggressivo o esigente, o che proverei a succhiarti finché rimani a secco di tutto quello che possiedi intellettualmente? O si tratta semplicemente del fatto che tu, quasi inconsciamente, sappia della mancanza di interesse nei miei confronti, o dell’indifferenza al mio tormento e al mio bisogno di te, fino a credere che tutti i problemi per aiutarmi e per vivere con me, non si possano compensare con lo stare con me. Non posso promettere proprio un cavolo, so di essere bisessuale, ma preferisco le donne, c’è una linea più sottile di quello che pensi tra la mia attitudine all’amore e la tua, non preoccuparti, si metterà in riga. Al di là di questo, chi lo sa? Proviamoci e vediamo che succede, ok?…


Rilassati, amico, pensaci a quello che dico, e immaginati mentre ti muovi verso di me senza richieste compulsive causate dalla mancanza di sicurezza, che ti amo, o perché ti manca quella certezza di sapere che ti capisco, ecc. Dimenticati tutto questo e prova a vedere se in questo oblio non ci sia più pace dei sensi e perfino un piacere fisico maggiore rispetto al tuo attuale desiderio soggettivo (o per me, o Claude, o chiunque altro). So che uno non si può cambiare completamente con questo metodo, ma vieni da me con tutto quello che hai, buttami le tue domande in faccia (perché le amo), e trova una reale vicinanza, non solo perché quello che possiedo emotivamente viene distorto anche dalla solitudine ma perché io, logicamente o no, sento di volerti più di tutti, a questo livello.
Sono proprio stanco morto, a letto, e la conoscenza di un sollievo, perché so che devi capire e fare le tue mosse assieme a me in questo, è meglio che non lotti contro questa cosa, o contro qualsiasi altra maledetta cosa, quindi chiudi il becco, rilassati, trova un po’di pazienza, e adattati ai miei piani sdolcinati.

 

Con amore e baci, ragazzo mio opps! Scusa, non sono Babbo Natale, giusto? Oh beh allora solo:

 

Con amore e baci,

 

Neal

http://www.sulromanzo.it/blog/lettere-di-neal-cassady-a-jack-kerouac-e-allen-ginsberg *