LA POSTA DEL CUORE a cura di Michela Pagarini 

 

Sentimenti, sesso e relazioni fra donne

Michela Pagarini, classe 76, milanese d’adozione, lesbica vegetariana, femminista e appassionata di comunicazione web e social media.

Vivo una bella storia, fatta di comunanza di passioni e valori, insieme passiamo del tempo sereno e buono. Però il sesso è tiepido. E’ stato così fin dall’inizio o quasi: prima credevo che sarebbe migliorato col tempo, adesso penso che, semplicemente, non è nei nostri massimi punti di incontro. Al momento non è un gran problema, ma temo lo possa diventare, per me o per lei.

Che si fa in questi casi? A.

 

“In futuro” ci sono mine che non esplodono mai, pur avendo della mina sia l’aspetto che la carica esplosiva. Viceversa, a volte diventano un problema cose semplici, abitudini che all’inizio facevano sorridere tipo come una persona mastica o parla, o quei due o tre argomenti su cui non si è mai andati d’accordo, ma che piano piano invece di diventare normalità si ingigantiscono fino a diventare la peggior rappresentanza della persona amata.

Tutto per dire che, di solito, i problemi fra due persone sono solo delle differenze, ma messe su un piano ostile.

 

Ho visto coppie scherzare insieme su cose che per me sarebbero stati peccati mortali e altre farsi a pezzi su stupidaggini così infinitesimali che ci sarebbe stato da ridere, se non ci fosse stato da piangere. Angela è una mia amica, ed è riuscita a raccontarmi ridendo che Claudia, la ex con cui è stata 15 anni, per tutto quel tempo le ha fatto mangiare tacchino dicendole che era pollo, solo per dimostrare che in realtà il suo desiderio di non mangiare pollo era immotivato. Per me l’episodio avrebbe meritato di scatenare l’inferno in terra nei secoli, per Angela è solo “una delle tante nevrosi della Chicca, che è un tantino controllante e manipolatoria, ma solo perchè va in ansia con poco e si autogestisce così”.

 

Laura e Cinzia, che stanno insieme da 8 anni, si sono lasciate tre volte sempre per lo stesso motivo: chi parcheggia quando tornano dalla spesa del sabato. Per Laura la priorità è il cibo, che andrebbe scaricato subito e sistemato insieme, occupandosi in un secondo momento dell’auto, che tranquillamente nel frattempo potrebbe godere di un parcheggio provvisorio. Cinzia sostiene invece che l’auto vada sistemata subito al fine di non fare soste da persone incivili, che si sente più tranquilla quando la macchina è in garage e che, una volta salita in casa, non ama dover scendere per occuparsi del parcheggio. Sembrerà una stupidaggine, ma nel corso degli anni le ho viste fare le valigie tre volte per una lite partita da qui, perché ognuna di loro, nella scala delle priorità dell’altra, vede ben altro. Una si sente amata meno di una semplice auto, l’altra si sente prevaricata anche nei piccoli gesti quotidiani, e questi bisogni emergono bene ogni volta che discutono di questo argomento (in genere durante le cene del week end con le amiche), senza peraltro arrivare mai a una soluzione che non sia una porta sbattuta teatralmente o una riappacificazione altrettanto ricca di pathos.

 

Insomma il sesso, come le altre componenti di una relazione, ha l’importanza che gli si dà, in base ai bisogni di entrambe. Potrebbe non essere mai un problema, perché magari non lo è ora e non lo diventerà, oppure potrebbe essere un tarletto che ingrassa rosicchiando certezze, e prima o poi farà crollare tutto. Mi concedo a questo punto una domanda banale, che a volte aiuta: perché non ne parli con lei? Mi rendo conto che nominare la tiepidità dell’eros di coppia possa essere un po’ faticoso, ma è la miglior chance che hai per scoprire se sei seduta su una polveriera o se ti stai preoccupando inutilmente. In entrambi i casi non credi sarebbe bello saperlo subito?

 

Michela Pagarini