Dott. Ivano Lanzini

Psicologo, Psicoterapeuta, Psicoanalista,

Docente di Psicoterapia psicoanalitica

Presso la Scuola Europea di Psicoterapia ipnotica

Dott. Marisa Faioni

Psicologa, Psicoterapeuta,

Psicoanalista relazionale

Ass. di Psicoanalisi Relazionale (A.P_Re)

SGUARDI

APPROSSIMAZIONI PSICOANALITICHE SU INCONSCIO CULTURALE E DIFFERENZA DI GENERE.

        

Ciascuno di noi vive in un contesto culturale nel quale sono depositati, in forza del linguaggio verbale ed iconico che lo struttura e veicola, i codici fondamentali di valore, giudizio, orientamento attraverso i quali impariamo precocemente a pensarci, a sentirci e a vederci come bambine e bambini, ragazze e ragazzi, donne e uomini. In questo modo costruendo una identità personologica in larga misura  inibente la nostra peculiare esperienza esistenziale; il nostro particolare modo di sentirci. In breve, costruendo stili relazionali, strutture di desiderio, schemi e modalità affettive, fantasie erotiche, aspettative di ‘felicità’ profondamente illusorie, sostanzialmente mistificate e mistificanti e soprattutto  espressive delle relazioni di potere di cui il contesto culturale è in larga misura espressione e garanzia.

         In quanto psicoanalisti impegnati nella comprensione delle forme di disagio, dolore, fraintendimento – nonché di prevaricazione anche violenta – che ancora connotano le relazioni tra i sessi – abbiamo ritenuto opportuno testimoniare questo nostro impegno che ci coinvolge, e niente affatto secondariamente come donna e uomo, attraverso questa rubrica. Ove tenteremo di evidenziare come quel potente ‘inconscio collettivo’ che è il sistema della cultura (nelle sue declinazioni alte e basse: dall’accademia universitaria al mondo massmediale; dalle istituzioni e agenzie formative fino alla famiglia ecc.) permei profondamente la tessitura emozionale, affettiva ed erotica dei nostri vissuti più intimi e apparentemente ‘genuini’, mettendo capo ad auto-inganni e fraintendimenti sia nei processi di autocomprensione delle nostre peculiarità ‘maschili e femminili’, sia di comunicazione e relazione con ‘l’altro sesso’.

         A questo scopo, faremo riferimento da un lato alle risultanze delle nostre esperienze cliniche, e in primo luogo a quelle concernenti la costruzione dell’immaginario maschile e femminile che alberga nell’animo dei nostre/i pazienti; dall’altro all’analisi delle immagini  e delle fantasie di genere che strutturano l’immaginario erotico in aderenza  ai codici culturali dominanti. Dall’altro ancora, metteremo in risalto convergenze e divergenze nel nostro stesso modo di produrre un discorso coerente su questi temi. Questo nella convinzione – che cercheremo  di dimostrare – che solo un approccio corale, e quindi inclusivo delle specificità esistenziali, culturali e psicologiche degli uomini e delle donne , e quindi di psicoanalisti donne e uomini, può mettere capo   ad approssimazioni cliniche e concettuali abbastanza sensate e tali da riconoscere le differenze senza trasformarle in diversità oppositive. Così da farne occasione di reale crescita umana e culturale, ove non si tenta alcuna sintesi se questa non è praticabile e non per questo il dialogo, l’intesa empatica e persino amorosa debbano cessare.

Il progetto editoriale è concepito per una divulgazione agile, aggiornata e aperta al dibattito sulle culture di genere e altro.

Diretto da Giuditta PietisuiGeneris, magazine nato nel 2014, è strumento di informazione e diffusione di cultura psico-sociale negli scenari della ricerca sulle nuove soggettività. 

@2015 suiGeneris - www.suigenerismagazine.com

Avviso sulla riproduzione dei materiali. Proprietà intellettuale ai sensi di L 633 del 22 Aprile e sgg e L 399 del 20 Giugno 1978 e sgg. Il magazine contiene sia materiali originali, sia documenti o immagini resi disponibili da altri. In caso di riproduzione dei materiali contenuti, dovrà essere riportata la citazione della fonte con relativo utilizzo web, previa autorizzazione del titolare del materiale. Quando utilizzi il nostro servizio acconsenti alla raccolta, al trasferimento, all’archiviazione, alla divulgazione e ad altri usi delle tue informazioni e al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs 196 del 30 Giugno 2003 e sgg.,  Informativa sulla Privacy-. Se prosegui la navigazione, accetti l'uso dei cookie, a meno che non siano stati disattivati.